SOLENERGIGROUP

Il Sito dedicato a chi vuole risparmiare,energia elettrica e gas grazie alle ultime tecnologie nel settore delle energie rinnovabili.

 


I VANTAGGI
DEL SOLARE 

TERMICO


Per richiedere una

"CONSULENZA GRATUITA"

compila il format qui sotto


ILFUNZIONAMENTO
DEL SOLARE
TERMICO


Per richiedere una

"CONSULENZA GRATUITA"

compila il format qui sotto

Message Successfully Sent!

DOMANDE FREQUENTI

L’impianto fotovoltaico funziona anche d’inverno?

Certo che sì! I moduli fotovoltaici non vengono danneggiati dal freddo. In realtà lavorano in modo ottimale con temperature inferiori ai 25° C. Ecco perché il loro rendimento non è influenzato dalle basse temperature e continuano a produrre energia pulita anche d'inverno. Ovviamente a patto che il sole continui a splendere!

Sappiamo che durante la stagione invernale le ore di luce si riducono e con esse anche il tempo utile per la produzione energetica. Il trucco sta nel progettare con metodo l’installazione dei moduli. Facendo attenzione alle ombre e scegliendo la falda del tetto rivolta a sud, l’impianto fotovoltaico continuerà a produrre energia per tutto l’inverno, anche se in maniera ridotta rispetto ai mesi estivi.

Nebbia e cielo nuvoloso: l’impianto fotovoltaico funziona?

Giornate nebbiose o nuvolose mettono a dura prova l'efficienza dell'impianto fotovoltaico. Ma la produzione non si ferma. I pannelli lavorano anche con la luce diffusa, con una rendita molto al di sotto di quella normale. In situazioni di questo tipo sono indicati i moduli CIS e le celle fotovoltaiche di ultima generazione, che offrono ottime rese anche in giornate prive di sole.

Pioggia e neve sono un rischio per i moduli fotovoltaici?

Assolutamente no! La pioggia non rovina in alcun modo i pannelli. Anzi, possiamo affermare che una pioggia di una certa intensità può essere utile per portare via sporco e polvere che si sono accumulati durante i mesi estivi e primaverili, limitando l'efficienza dei pannelli. Ecco perché coprire l'impianto in inverno (come molti credo giusto) è in realtà un errore.

Anche la neve non provoca danni ai moduli. Molti però preferiscono rimuoverla perché, coprendo la superficie dei pannelli, ne limita la produzione.

Quanto rende un impianto fotovoltaico in inverno? 

Abbiamo capito che giornate grigie, nebbia e poca luce influiscono sulla rendita dell'impianto. La verità è che quando decidiamo di installare i moduli fotovoltaici sul tetto, non dobbiamo considerare la loro produzione mensile, bensì la resa complessiva nell'arco dell'anno. Questo vale anche per chi possiede già un impianto. Se dovessimo basarci solo sui dati rilevati nei 2-3 mesi più freddi concluderemmo che il fotovoltaico non conviene. In realtà, nonostante il calo di produzione durante l'inverno, avere un impianto conviene eccome!Con la bella stagione, infatti, l'energia prodotta coprirà ampiamente il nostro fabbisogno, tanto da farci dimenticare le lievi perdite del periodo invernale.

Inoltre, questo calo va da regione a regione ed è avvertito maggiormente da chi vive nel Nord Italia. Per ovviare a questo problema, però, possiamo scegliere di installare i moduli CIS, più efficienti anche con brutto tempo e luce diffusa rispetto ai normali pannelli in silicio cristallino.

Quanti anni dura una batteria per fotovoltaico? 

La durata di una batteria fotovoltaica a ciclo profondo varia in misura considerevole a seconda di come viene utilizzata, della manutenzione che riceve, di come viene caricata, della temperatura di esercizio e, soprattutto, della sua qualità. Le batterie a ciclo profondo per il fotovoltaico sono progettate per fornire prestazioni soddisfacenti per vari anni, purché usate e manutenute in modo appropriato. Da sempre, il fattore che di più contribuisce nell'abbassare la durata di una batteria al proprio potenziale massimo è la sovraccarica: se si fornisce energia alla batteria anche dopo che questa si è caricata, la si danneggia, donde la necessità di un buon regolatore di carica, che evita questo problema. Anche se le batterie a ciclo profondo possono venire scaricate notevolmente, non è bene lasciarle scariche per parecchi giorni, bensì è necessario ricaricarle piuttosto rapidamente. Infine, è anche raccomandabile di evitare l'esposizione delle batterie a temperature troppo calde o fredde.  

Da cosa dipende la durata di vita di una batteria fotovoltaica? 

La durata di vita di una batteria in un sistema fotovoltaico è importante nel determinare costi e guadagni, nonché la manutenzione necessaria. In un sistema fotovoltaico correttamente progettato e gestito, la durata di una batteria dipende essenzialmente dal ciclo di vita o dalla resistenza della batteria stessa alla corrosione interna. Il ciclo di vita è più o meno indipendente dalla temperatura ambiente, mentre la resistenza alla corrosione interna cala rapidamente al crescere della temperatura ambiente. Se il ciclo di vita o la corrosione dipendente dalla temperatura sono o meno il fattore limitante della vita di una batteria dipende dai particolari del sistema fotovoltaico, specie dal tipo di batterie usate, dalla profondità di scarica giornaliera e dalla temperatura ambiente media. Nei sistemi fotovoltaici che utilizzano batterie ventilate, è quasi sempre il processo di corrosione dipendente dalla temperatura che limita la durata della batteria, e non il ciclo di vita, perciò è opportuno raffreddarle.  

SOLENERGIGROUP 

Il Sito dedicato a chi vuole risparmiare,energia elettrica e gas grazie alle ultime tecnologie nel settore delle energie rinnovabili.

 

 

Copyright © 2018 — All rights reserved.